La consulenza psicologica è un intervento caratterizzato da un numero limitato d’incontri, volti ad inquadrare la problematica presentata dal cliente ed indirizzarlo,nel più breve tempo possibile, nel percorso più adatto a lui.

Può esser richiesta da una singola persona, da una coppia o da una famiglia.

Il primo incontro è un momento di conoscenza e di analisi della domanda per comprendere se e come il professionista può essere d’aiuto; a cui seguono degli incontri dedicati alla valutazione del problema presentato e alla condivisione di un progetto d’intervento.

La consulenza psicologica può essere richiesta per problematiche diverse, come ad esempio:

  • difficoltà individuali relativi alla gestione dei conflitti, adattamento allo stress, autostima, raggiungimento di obiettivi;
  • difficoltà relazionali sociali e familiari;
  • disagio significativo che interferisce col funzionamento sociale e lavorativo (eventi traumatici, repentini cambiamenti di umore, ansia e fobie, disturbi dell’adattamento, attacchi di panico, ecc);
  • problemi di coppia;
  • difficoltà nelle funzioni genitoriali;
  • criticità in ambito scolastico;
  • problematiche psico-educative.

La consulenza psicologica può evolvere in un percorso di sostegno psicologico o in una psicoterapia, o qualora necessario lo psicologo può proporre l’invio ad altro specialista, competente rispetto alla problematica espressa (ad esempio uno psichiatra, un neuropsichiatra infantile, uno psicoterapeuta infantile, un assistente sociale, un consulente legale, un sessuologo).